Criptovalute: sui social c’è incertezza, soprattutto sulle stablecoin

crypto uncertainty

Da una recente analisi di InvestinGoal è emerso che negli ultimi sette giorni sui social ha regnato l’incertezza riguardo il mercato delle criptovalute. 

Le stablecoin mettono incertezza

L’analisi ha riguardato il sentiment sui social network delle 15 maggiori criptovalute per capitalizzazione di mercato, e nel complesso è emerso che il 60% delle persone è incerta sul mercato crypto, anche se il 43% ritiene positivo il futuro. Sul breve periodo invece solo il 35% degli utenti è positivo. 

Paradossalmente il sentiment peggiore lo hanno avuto le stablecoin, soprattutto USDT, USDC e DAI, nonostante in teoria non dovrebbero perdere valore nel tempo rispetto al dollaro: solo 16 persone su 100 sono positive, mentre 9 sono negative. Il 76% degli utenti comunque è neutrale. 

Nel complesso invece le persone con sentiment negativo sono il 5%, ovvero quasi la metà. 

Questa negatività potrebbe essere causata in primis dai timori causati dall’esplosione di UST a maggio, ed in secondo luogo dalla paura che future regolamentazioni limiteranno molto l’utilizzo delle stablecoin.

Per quanto riguarda Bitcoin solo il 29% delle persone si dice apertamente positiva, tanto che ha il quarto sentiment positivo più basso dietro le tre stablecoin di cui sopra. 

Tra quelle che invece spiccano per ottimismo ci sono Tron e, stranamente, Solana. 

Tron infatti è il progetto crypto risultato avere maggiore fiducia tra i 15 analizzati, con il 54% delle persone positive. 

Quella che invece ha minor sentiment negativo è Solana, con solamente l’1% delle persone apertamente negativa sul suo futuro. Questo stupisce molto dopo tutte le vicissitudini ed i problemi tecnici avuti negli ultimi tempi. 

Ad esempio Bitcoin non ha avuto alcun problema, ed Ethereum addirittura ha effettuato diversi test di successo per il passaggio a PoS. Ma evidentemente la community social di Solana è molto forte ed ottimista. 

Anche Cardano gode di un buon livello di fiducia, nonostante ultimamente non abbia ottenuto risultati particolarmente interessanti. Il 41% degli utenti social è positivo a riguardo, con solo il 5% apertamente negativo. 

Si tratta pertanto di risultati in parte sorprendenti, in parte conseguenza di ciò che è accaduto nei mesi scorsi. D’altronde i social sono pieni soprattutto di piccoli investitori retail raramente bene informati su questioni così tecniche e complesse. 

L’amministratore di InvestinGoal, Filippo Ucchino, ha dichiarato: 

“Quella sul sentiment attuale è solo un’indicazione che può aiutare nell’eventuale percorso di ricerca e valutazione degli asset su cui investire. 

Di sicuro in questo momento, o quando la volatilità inizierà a crescere di nuovo, è consigliabile evitare di agire sul mercato delle cripto in ottica speculativa, cercando di guadagnare dai brevi movimenti rialzisti o ribassisti, o investendo denaro semplicemente per la FOMO, fattore molto comune e rischioso in questo mondo. 

L’ottica migliore è sempre quella di lungo termine. È necessario studiare bene la materia, capirne i fondamentali, e investire cifre consone, che ci si può permettere anche di perdere, con l’obiettivo di tenerle ferme per mesi o anche anni”.

The post Criptovalute: sui social c’è incertezza, soprattutto sulle stablecoin appeared first on The Cryptonomist.

Author: