Homium inizia la tokenizzazione dei prestiti immobiliari su Avalanche

criptovaluta avalanche avax

Homium ha ottenuto un finanziamento di 10 milioni di dollari e ha avviato la tokenizzazione dei prestiti ipotecari su Avalanche. Attualmente, i prestiti sono operativi in Colorado con piani per l’espansione in altri stati.

Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

L’innovazione di Homium nei prestiti per la casa su Avalanche

Come anticipato, Homium, un fornitore di prestiti ipotecari e una piattaforma di cartolarizzazione immobiliare, ha introdotto i suoi primi prestiti per l’acquisto di case su Avalanche. 

Questa mossa arriva in un contesto in cui la tokenizzazione degli asset del mondo reale (RWA) sta guadagnando sempre più popolarità, con previsioni che il mercato possa raggiungere i 10 trilioni di dollari entro questo decennio. 

La tokenizzazione implica la creazione di una rappresentazione digitale di un bene fisico su una blockchain, nel caso specifico di Homium, si tratta di prestiti per l’acquisto di case.

Attualmente, i prestiti offerti da Homium sono disponibili in Colorado, ma l’azienda ha progetti per espandersi in altri stati. Nel contesto della garanzia per questi prestiti, i proprietari delle case offrono una parte dell’apprezzamento del valore della loro proprietà. 

Gli investitori che vogliono finanziare tali prestiti, ricevono un asset tokenizzato che traccia l’apprezzamento del valore di un pool di mutui per l’acquisto di case condivisi emessi da Homium. 

L’obiettivo è quello di liberare l’equità intrappolata nelle case e affrontare le sfide di accesso all’alloggio in vari scenari.

Homium offre anche agli investitori istituzionali un asset investibile tramite titoli digitali garantiti dalle azioni dei proprietari di case. 

Tommy Mercein, CEO di Homium, ha commentato come segue: 

“Homium sta creando una nuova classe di asset per gli investitori istituzionali, fornendo una nuova fonte di rendimento non correlata e protetta dall’inflazione nei loro portafogli principali.” 

Inoltre, l’azienda ha recentemente completato un round di finanziamento Serie A, raccogliendo 10 milioni di dollari. Questo round è stato guidato da Sorenson Impact Group e Blizzard, il fondo dell’ecosistema di Avalanche. 

Avalanche stesso ha destinato 50 milioni di dollari per l’acquisto di asset tokenizzati creati sul suo layer 1 nel luglio dello scorso anno, spaziando da azioni, credito, immobili e materie prime.

Prospettive del mercato degli asset tokenizzati

Come accennato, il mercato degli asset tokenizzati potrebbe raggiungere dimensioni colossali entro i prossimi dieci anni, poiché le istituzioni finanziarie tradizionali (TradFi) continuano ad abbracciare la tecnologia blockchain. 

Questo è quanto sostiene la società di gestione degli asset digitali 21.co in un recente rapporto.

Secondo il rapporto, “La convergenza tra le criptovalute e le classi di asset tradizionali, tra cui valute fiat, azioni, titoli di Stato e immobili, sta vivendo una crescita senza precedenti.” 

Si stima che entro il 2030 il valore di mercato per gli asset tokenizzati potrebbe oscillare tra i 3,5 trilioni di dollari nello scenario più prudente e i 10 trilioni di dollari nello scenario più ottimistico.

Questa previsione di 21.co si aggiunge a una serie di recenti rapporti e previsioni sul potenziale della tokenizzazione degli asset del mondo reale (RWA). 

Una tendenza chiave nel settore delle criptovalute che mira a portare i prodotti finanziari tradizionali come il private equity, il debito e il settore immobiliare sulla blockchain.

In particolare, Bank of America ha suggerito che la tokenizzazione potrebbe rivoluzionare l’infrastruttura finanziaria esistente, migliorando l’efficienza, riducendo i costi e ottimizzando le catene di approvvigionamento. 

Nel frattempo, un rapporto del Boston Consulting Group ha stimato che il mercato degli asset tokenizzati potrebbe addirittura raggiungere i 16 trilioni di dollari.

Secondo gli analisti di 21.co, le criptovalute stanno attraversando una fase di maturazione, con le istituzioni più tradizionali che abbracciano sempre più le blockchain e costruendo prodotti su di esse. 

Il rapporto afferma: 

“Le criptovalute stanno passando dalla frenesia alla sinergia. Attraverso questa transizione, le criptovalute si integreranno sempre più con i software finanziari esistenti e porteranno gli RWA on-chain tramite tokenizzazione.”