Avail Blockchain: Founders Fund di Peter Thiel co-leader del finanziamento Serie A di $43 milioni

Avail Blockchain Peter Thiel

Avail Blockchain ha ottenuto un nuovo finanziamento di Serie A di 43 milioni di dollari, guidato dal Founders Fund di Peter Thiel e altri. Il progetto di Polygon che costruisce una infrastruttura modulare ha raccolto in totale 75 milioni di dollari. 

Avail Blockchain e il finanziamento Serie A co-guidato dal Founders Fund di Peter Thiel 

Avail, il progetto blockchain dell’infrastruttura modulare, ha annunciato di aver ottenuto un nuovo finanziamento di Serie A di 43 milioni di dollari, portando il totale a 75 milioni di dollari. 

“Siamo entusiasti di annunciare di aver ottenuto un finanziamento complessivo di 75 milioni di dollari.Guidati da @foundersfund, @dragonfly_xyze @cyberfund_abbiamo chiuso round di pre-seed, seed e serie A rispettivamente di 5 milioni di dollari, 27 milioni di dollari e 43 milioni di dollari. Con questo, non vediamo l’ora di accelerare la nostra visione di costruire l’Unification Layer.Il livello di unificazione consiste in:1. Avail DA – Il livello di disponibilità dei dati di base che fornisce un’infrastruttura di base che consente alle reti di blockchain costruite sopra di esso di scalare in modo efficiente.2. Avail Nexus – Un aggregatore di prove e un sequenziatore di selezione di rollup ZK in cima ad Avail DA, che consente un regolamento cross-rollup e cross-ecosystem.3. Avail Fusion – Un livello di sicurezza cripto-economica garantito da più asset come BTC ed ETH.”

In pratica, a co-guidare i finanziamenti sono stati il Founders Fund di Peter Thiel, la Venture Capital di Dragonfly e Cyber Fund.

Nello specifico, il finanziamento di Serie A di 43 milioni di dollari, si aggiunge ai 27 milioni di dollari di finanziamento seed e ai 5 milioni di dollari di finanziamento pre-seed. Questo vuol dire che Avail è riuscito ad ottenere un finanziamento totale di 75 milioni di dollari. 

Il progetto di blockchain modulare di Avail è nato l’anno scorso da Polygon. Il suo obiettivo è quello di costruire una “infrastruttura incentrata sui rollup”.

Tra gli altri investitori figurano anche SevenX Ventures, Figment Capital, Nomad Capital, Chapter One, Foresight Ventures, Mirana Ventures, KR1, Alliance e Hashkey Capital

Avail Blockchain e il finanziamento totale di 75 milioni di dollari

In generale, molti investitori, tra cui Founders Fund di Peter Thiel e Dragonfly, avrebbero ripetutamente finanziato Avail, aumentando i loro investimenti nel progetto. Questi ultimi 43 milioni di dollari arrivano in vista del lancio della mainnet. 

E infatti, sul blog post, Avail scrive che il suo prodotto Avail DA (data availability layer) è pronto per il lancio nelle prossime settimane, mostrando prestazioni impressionanti nella sua recente rete di test incentivata. 

“Avail DA ha elaborato oltre 118 milioni di transazioni e ha facilitato l’invio di oltre 140 GB di dati, una cifra molto vicina al totale dei dati inviati da tutte le L2 nel 2023.”

Nello specifico, Avail DA sarebbe il livello di disponibilità dei dati di base che fornisce un’infrastruttura di base che consente alle reti blockchain costruite sopra di esso di scalare in modo efficiente. Il suo scopo è quello di aiutare rollup come Arbitrum, Optimism e Starknet a scalare ulteriormente e a ridurre i costi delle transazioni. 

Anurag Arjun, cofondatore di Avail, ha commentato come segue:

“Abbiamo bisogno di un modo per far sì che le rollup scalino e si uniscano in modo non consensuale, in modo che le transazioni tra le rollup possano connettersi senza problemi”. 

Oltre Avail DA, ci sono poi altri due prodotti del progetto Avail. Il primo è Avail Nexus, un framework permissionless che collega più rollup o blockchain per una migliore interoperabilità. 

L’altro è Avail Fusion Security, che consentirà ad Avail di sfruttare asset maturi esistenti come BTC e ETH per migliorare la propria sicurezza, oltre al token nativo AVAIL, attraverso un processo simile al restaking.

Founders Fund di Peter Thiel: l’investimento in Bitcoin e Ethereum per 200 milioni di dollari

A metà febbraio 2024, è emerso che il Founders Fund di Peter Thiel, ex CEO di PayPal, aveva investito nel 2023 ben 200 milioni di dollari in Bitcoin e Ethereum. 

La casualità è che tale investimento sarebbe avvenuto tra l’estate e l’autunno 2023, giusto prima dell’ultima corsa al rialzo dei prezzi delle criptovalute del 2024. 

Nello specifico, il fondo di Peter Thiel avrebbe acquistato 100 milioni di dollari in Bitcoin (BTC) e 100 milioni di dollari in Ethereum (ETH).