Le previsioni di Bernstein: Bitcoin potrebbe toccare $1 milione entro il 2033

previsioni valore bitcoin

Secondo le ultime previsioni di Bernstein, prestigiosa società di Wall Street, Bitcoin potrebbe raggiungere 1 milione di dollari entro il 2033, secondo un recente rapporto. 

In particolare,il rapporto evidenzia una domanda senza precedenti e vincoli sull’offerta come fattori chiave per la potenziale crescita esponenziale del prezzo di Bitcoin. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Previsioni audaci per Bitcoin da parte di Bernstein

Come anticipato, la rinomata società di Wall Street, Bernstein, ha rilasciato una previsione a lungo termine per Bitcoin, indicando che il prezzo potrebbe raggiungere 1 milione di dollari entro il 2033. 

In un nuovo rapporto che avvia la copertura di MicroStrategy di Michael Saylor, gli analisti di Bernstein hanno aumentato il loro obiettivo di prezzo per Bitcoin a 200.000 dollari entro la fine del 2025, rispetto alla precedente previsione di 150.000 dollari.

Bernstein è sempre stata ottimista sulle prospettive di Bitcoin, ma questa previsione di 1 milione di dollari entro il 2033 è una delle più ambiziose tra quelle istituzionali. 

Gli analisti basano la loro tesi su una domanda senza precedenti per gli ETF spot su Bitcoin e su un’offerta futura limitata.

Il rapporto di Bernstein ha inoltre sottolineato quanto segue: 

“Michael Saylor è diventato sinonimo di Bitcoin, posizionando MicroStrategy come azienda leader nel settore, attirando capitali su larga scala (sia di debito che di capitale) per una strategia di acquisizione attiva di Bitcoin. MicroStrategy si distingue come una strategia bitcoin attiva e leva rispetto agli ETF spot passivi.” 

Il rapporto osserva dunque che negli ultimi quattro anni la strategia attiva dell’azienda ha generato un maggior rendimento in Bitcoin per azione.  Bernstein ha fissato un obiettivo di prezzo di 2.890 dollari per le azioni MicroStrategy, quasi il doppio del prezzo attuale.

Cause principali degli aumenti di Bitcoin 

Questa audace prospettiva per Bitcoin arriva mentre le istituzioni si avvicinano sempre più a questa criptovaluta, con grandi gestori patrimoniali come BlackRock e Fidelity che offrono prodotti di investimento in BTC. 

Bernstein ha citato gli afflussi in questi veicoli regolamentati come forza trainante per i futuri aumenti esponenziali del prezzo di Bitcoin. 

Gli analisti ritengono che MicroStrategy mantenga il suo vantaggio di primo piano come principale operatore di Bitcoin quotato al mondo. 

Con l’adozione di BTC ancora agli inizi, aziende come MicroStrategy hanno ampie possibilità di espandere le loro partecipazioni in Bitcoin negli anni a venire.

Bitcoin scende a $66,304 dopo la decisione della Federal Reserve

Bitcoin (BTC), la principale criptovaluta, ha mostrato notevole volatilità questa settimana, scendendo di oltre il 3% nelle ultime 24 ore per toccare i $66,304 dopo un breve recupero a $68,000 giovedì. 

Questo calo è avvenuto dopo la decisione della Federal Reserve di mantenere i tassi di interesse tra il 5,25% e il 5,50%, influenzando negativamente la performance di BTC sul mercato.

All’inizio della settimana, Bitcoin aveva quasi raggiunto i $72,000, ma non è riuscito a mantenere il suo slancio, scendendo rapidamente. 

La criptovaluta ha anche faticato a superare il suo massimo di $73,798 registrato a marzo, nonostante i forti afflussi negli exchange-traded fund (ETF) statunitensi.

Il 13 giugno, gli ETF su Bitcoin hanno registrato deflussi significativi, con 226,21 milioni di dollari ritirati in un solo giorno. 

Il GBTC di Grayscale Investments ha visto un deflusso di 62 milioni di dollari, mentre il FBTC di Fidelity ha subito un deflusso di 106 milioni di dollari, il suo secondo dall’inizio. 

Tuttavia, l’ETF Bitcoin di BlackRock ha registrato un afflusso di 18 milioni di dollari, controbilanciando parzialmente l’andamento generale dei prelievi. Attualmente, IBIT gestisce 17,63 miliardi di dollari in ETF su Bitcoin.

Al momento, Bitcoin viene scambiato a circa $67,045 con un volume di scambi giornalieri di circa 26,70 miliardi di dollari. Il flash crash del 14 giugno ha spinto Bitcoin al di sotto del canale parallelo ascendente, compromettendo i livelli di supporto chiave.